ratatouille di verdure_chiaratraifornelli

Tranquilli, non ho cucinato il topo al forno. Perché se si dice Ratatouille in effetti viene subito in mente il film dove un coraggioso e determinato topolino di campagna dal palato fine riesce a divenire addirittura uno chef di un famoso ristorante stellato… Per questa volta io mi sono accontentata delle verdure 🙂

Ratatouille è un termine che proviene dall’occitano “ratatolha”, simile al francese “touiller” che significa “rimestare” (liberamente tratto da Wikipedia). In effetti, una volta tagliate a quadretti più o meno della stessa dimensione (il termine corretto è BRUNOISE, che sta ad indicare un taglio di verdure a cubetti di 2-3 mm per lato), occorre condire le verdure con sale, pepe, aromi e buon olio extravergine di oliva e dare una bella rimestata prima di infornare.

Semplice, la ratatouille, ma di grande resa e soprattutto versatile, nonché un piatto di recupero quando avete delle verdure che non sono proprio più il massimo!

Fantastica come semplice contorno, ma ottima anche come condimento nelle insalate di riso e di pasta, come ripieno alle verdure o ad una omelette.

Io l’ho utilizzata per un’insalata di riso integrale con lo sgombro, un piatto sano e decisamente proteico!

Ed ora che abbiamo visto tutte le possibili varianti ed utilizzi della ratatouille, vi lascio il procedimento facilissimo.

Io ho usato, svuotando abbastanza il frigo:

  • una melanzana
  • un peperone giallo
  • due piccoli peperoni rossi
  • una zucchina
  • una piccola cipolla di Tropea
  • un cipollotto
  • qualche pomodorino ciliegino
  • due spicchi d’aglio
  • origano, timo, sale e pepe e olio extravergine di oliva

Ahhhhhhh! dimenticavo: e un pizzico di peperoncino che non guasta mai !

Il procedimento è semplice, bisogna solo avere la pazienza di tagliare nel modo più omogeneo possibile le verdure, pertanto:

  • tagliare la melanzana a fette, poi ridurla in striscioline ed infine ridurre in quadretti. togliere le parti dei semi e tenere invece quella della buccia
  • tagliare la zucchina a fettine, di nuovo ridurla in striscioline e poi a cubetti (le striscioline in questione si chiamano julienne)
  • idem con patate per i peperoni, di cui andremo a tagliare le falde e ridurle in striscioline e poi a cubetti
  • ho deciso invece di tagliare a rondelle la cipollina e di tenere praticamente intatto il cipollotto
  • i pomodorini tagliati in due
  • gli spicchi d’aglio leggermente schiacciati con il palmo della mano, tolti poi prima di consumare la ratatouille

Messe quindi tutte le verdure in una pirofila che va in forno, si condisce con olio, sale, pepe, un pizzico di peperoncino, origano e timo. Si rimesta e si mette in forno, già caldo a 180° , per 20′ circa, o cmq fino a quando vedete che le verdure sono cotte. Attenzione, non devono bruciare !