pane in cassetta_chiaratraifornelli

E con questo panbauletto ho rivoluzionato le mie colazioni.

Vi rivelo un segreto, anzi due: mi piace tantissimo fare dolci, ma non li mangio quasi mai. Giusto un assaggio, per capire com’è venuto, e per sentire se per caso ho usato il sale anziché lo zucchero…. E il secondo segreto? La mia colazione è salata. Da quando ho facoltà di scelta, ovviamente. Sono la regina dei buffet salati negli hotel, gomito a gomito con energumeni stranieri mi riempio il piatto di uova strapazzate, salsiccia, prosciutto e formaggio sotto l’occhio un tantino basito.

E così la colazione salata me la sono portata a casa. E quale modo migliore se non quello di prepararsi un delizioso panbauletto fatto in casa, tanto perfetto che farebbe strabuzzare persino gli occhi a Banderas?

La ricetta è tratta dall’ormai mio vademecum per i lievitati, “Come si fa il pane” , una vera e propria guida per chi è alle prime armi con il pane fatto in casa. Il libro è molto bello, una garanzia vista la casa editrice (Guido Tommasi Editore) , ha delle bellissime foto e soprattutto gli step by step per ogni ricetta.

Ma ora passiamo alla ricetta:

Panbauletto con farina 0

Recipe by Chiara LazzarinCourse: Uncategorized
Servings

8

servings
Prep time

1

hour 

30

minutes

Le dosi si intendono per uno stampo da plumcake da 500 g , dimensioni 15×10, unto con olio vegetale

Ingredienti

  • 300 g di farina 0

  • 6 g di sale fino

  • 3 g di lievito fresco o 2 g di lievito secco

  • 200 ml di acqua a temperatura ambiente

ISTRUZIONI

  • Versate la farina in una ciotola. Sciogliete il lievito nell’acqua tiepida, aggiungete l’acqua alla farina mescolando finché il lievito si scioglie. Unite poi il sale. Mescolate ancora con un cucchiaio di legno fino a quando gli ingredienti non sono amalgamati, poi lavorate brevemente l’impasto con le mani.
  • Coprite con una ciotola e fate riposare per 10′.
  • Dopo 10 minuti l’impasto è pronto da lavorare. Lasciandolo nella ciotola, tirate una parte dell’impasto dal lato e premetelo al centro. Girate leggermente la ciotola e ripetete l’operazione con un’altra porzione di impasto. Ripetete altre 8 volte. L’intero processo dovrebbe durare 10 secondi e l’impasto dovrebbe iniziare a fare resistenza .
  • Coprite di nuovo la ciotola e fate riposare per 10′.
  • Ripetete due volte il giro di pieghe, coprendo sempre la ciotola a fine lavorazione e facendo riposare per 10′.
  • Dopo la terza lavorazione, l’impasto dovrebbe già fare resistenza. Fate un ultimo giro di pieghe, poi capovolgete l’impasto su un piano, formando una palla liscia. Coprite e fate lievitare per un’ora.
  • Trascorso il tempo, schiacciate delicatamente con il pugno e fate uscire l’aria.
  • Spolverate di farina un piano di lavoro pulito, trasferite l’impasto. Schiacciatelo un po’ per dargli una forma ovale. Ripiegate verso il centro l’estremità destra dell’ovale, poi l’estremità sinistra verso il centro. Premete leggermente per sigillare l’impasto. Girate l’impasto di 180° e ripetete la piega di cui sopra.
    *TROVATE IL VIDEO DELLE PIEGHE QUI SOTTO**

    Dovete ottenere un panetto più o meno delle dimensioni del vostro stampo.
  • Mettete l’impasto all’interno dello stampo predisposto, con il lato della chiusura verso il basso. Coprite lo stampo con una ciotola ampia oppure un sacchetto di plastica pulito e fate lievitare finché l’impasto è quasi raddoppiato di volume (ci vorranno circa 30 minuti).
  • Nel frattempo accendete il forno e scaldatelo a 240°C. Mettete una teglia a scaldare sul fondo del forno. Riempite d’acqua una tazza e mettete da parte.
  • QUando la lievitazione è terminata, mettete il pane nel forno già caldo, versate a tazza d’acqua nella teglia per creare vapore e abbassate la temperatura a 200°C. Cuocete per circa 35 minuti o finché è ben dorato.
  • Per controllare se il pane è cotto, toglietelo dallo stampo e date un colpetto sul fondo: dovrebbe suonare vuoto. Fatelo raffreddare su una griglia.

Recipe Video

Quando avrete preso confidenza con la farina 0 e con il procedimento potrete provare ad utilizzare anche altre farine, come quella integrale oppure con i cereali integrati, tipo semi di girasole, di lino, ecc. Fatevi conquistare dal vostro panbauletto! Potete ovviamente utilizzare anche uno stampo più grande, raddoppiando le dosi…. perché finisce molto in fretta, fidatevi!